top of page

Anche BMW si affida alla tecnologia blockchain

La rinomata azienda automobilistica tedesca si affida a Coinweb e BNB Chain per integrare un sistema di fidelity nei suoi processi operativi asiatici.

Come aggiungere qualità a un brand da sempre sulla cresta dell’onda per quanto riguarda l’industria dell’automotive?


Lo scopriranno presto i clienti thailandesi della BMW, che ha recentemente stretto importanti accordi con due pilastri della blockchain technology: la società di infrastrutture Coinweb, commissionata per l’architettura decentralizzata, e BNB Chain, incaricata invece di tutti gli aspetti riguardanti le transazioni.


Dopo un’iniziale introduzione di tale tecnologia all’interno delle daily operations del colosso automobilistico volta ad automatizzare e velocizzare processi che oggi si svolgono ancora manualmente, Coinweb si occuperà infatti di sviluppare un applicativo Web3 che funzionerà come un programma di fidelizzazione.


Punti fedeltà e bonus verranno pertanto assegnati ai clienti di BWM Group, determinandone il livello e lo stato di customization. Come ha affermato il CEO di Coinweb Toby Gilbert, infatti, ci saranno ricompense ogni qualvolta si interagisce con il brand, “che si tratti di acquistare una nuova auto o richiedere un servizio”.


Questi stessi punti funzioneranno anche da credito, utilizzabile all’interno dei BWM stores o online per l’acquisto di beni e servizi, e la stessa casa non nega che in futuro si possano utilizzare anche in altri ecosistemi collegati. Ovviamente ogni transazione sarà regolata e validata da BNB Chain.


Secondo Bjorn Antonsson, Responsabile del Leasing di BMW Thailand l’integrazione della blockchain contribuirà sicuramente ad aumentare efficienza e trasparenza dell’intera compagnia.


D’altronde il settore dell’automotive non è nuovo all’innovazione tecnologica: la stessa BWM adotta i registri distribuiti per tracciare la sua fornitura di cobalto fin dal 2018, mentre Mercedes promuove il suo marchio attraverso NFT e crypto-token e Alfa Romeo si appoggia alla blockchain per tracciare i dati delle proprie vetture.



bottom of page