Le migliori “crypto” del momento basate su Ethereum

La Blockchain Ethereum è uno dei progetti che attrae maggiormente sviluppatori e investitori, per la sua versatilità, l'ecosistema estremamente personalizzabile e l'attenzione alla community.

Pubblichiamo quindi un'analisi di Cryptonomist sulle migliori criptovalute che utilizzano questa catena di blocchi, che già ora si presenta come una delle più vivaci e in rapida crescita.



Nel fantastico mondo delle criptovalute vediamo sempre nascita e morte di numerosi progetti avveniristici, ma quali sono le migliori crypto del momento?


Di alcuni token tra qualche anno non ne sentiremo più parlare, mentre alcune piattaforme saranno diventate d’uso quotidiano per milioni di persone.


A questo proposito segnaliamo, tra le numerose alternative, alcuni progetti sui quali posare lo sguardo con curiosità, alcune crypto – o meglio token – basate su Ethereum che riteniamo interessanti oltre la speculazione.



Ethereum – ETH

Nonostante sembri scontato, ETH rappresenta una crypto fondamentale nel mondo blockchain. Seconda per capitalizzazione, rimane ancora un progetto caldo per i suoi sviluppi imprevedibili.

Iperesteso sul prezzo negli ultimi giorni rappresenta una fucina di innovazione capace di attrarre sviluppo, interesse e capitali.


Il settore delle DeFi è il motore dell’adozione che potrebbe dare il via ad una nuova ondata di entusiasmo e successo. Il potere deflattivo del sistema non è da sottovalutare.

  • L'arrivo di ETH 2.0 con la Proof of Stake (PoS) verrà accolto con timore ed entusiasmo, se il lavoro degli sviluppatori e della fondazione non dovesse fallire il passaggio potrebbe essere di forte impatto.

  • Interoperabilità e grande comunità di sviluppo uniti agli standard, di cui Ethereum ha la paternità, sono il grande valore aggiunto di questa blockchain.


L’utilità della crypto ETH:

  • Gas per attivare i contratti;

  • Riserva di valore utile a garanzia nella creazione delle stablecoin;

  • Mezzo di scambio;

  • Con l’arrivo della PoS diventa strumento di redditività passiva per la messa in sicurezza della rete grazie allo staking.



Kyber network – KNC

Un protocollo di liquidità totalmente on-chain per lo scambio istantaneo di token e criptovalute in modo decentralizzato senza la necessità di passare per un exchange.



Il design Kyber consente a qualsiasi parte di contribuire a un pool aggregata di liquidità all’interno di ciascuna blockchain fornendo un singolo endpoint per i partecipanti.

Il fine è quello di eseguire operazioni di scambio tra token utilizzando le migliori tariffe disponibili in maniera rapida e veloce.

Necessario e utilizzatissimo nel mondo delle DeFi, Kyber si candida ad essere adottato come strumento capace di attivare l’interoperabilità tra piattaforme in maniera rapida.


L’utilità del token KNC di Kyber:

  • Facilitazione economica e commissioni pagate in token;

  • Staking di KNC per garantire integrità al network;

  • Governance di protocollo in stile DAO.



Hubii Network – HBT

Molto più piccolo e nascosto il progetto di Hubii: trattasi di un protocollo per lo scaling di secondo livello basato su Ethereum.

La vocazione del Team di Hubii era quella di risolvere le problematiche relative all’aggregazione e monetizzazione dei contenuti media online. Prima Telenor, poi Alcatel e Panasonic hanno collaborato a raggiungere il sogno di questo piccolo team.